Mr. Dreamer

A822739D-BC4C-4AAA-8114-0A331EDC8AAC

Sedetevi scomodi …perchè questa storia è molto breve.

AL TELEFONO:

-Pronto!

-Ehi ma sei sempre in giro! in che Stato sei?

-Euforico!

-What?

-Sì lo so non ti ho detto molto, solo che prendevo un  “volo solo andata” , mi ero promessa di raccontartelo al mio ritorno…

-Uhm…

-Sai cosa mi è successo? Mi sono innamorata prima di innamorarmi.

-Ci si può innamorare prima di innamorarsi? 

-Sì, se si è drogati senza droga! Tutto è iniziato per caso, con una musica che parlava d’amore e poi è nata la musica che non conoscevo e un giorno sono passata davanti ad una pentola magica e mi sono accorta che vibravo come le sue corde ogni qualvolta mi sfiorava…

-What? 

-Ma sì nel senso che le ore passate a ridere e a parlare hanno tirato fuori cose che conservavo in fondo al cuore in silenzio e con lo stesso silenzio assordante mi hanno accarezzato per giorni e ore.

-Ma che fate tutto il giorno?

-Nulla di che…pedaliamo sull’acqua, camminiamo sul soffitto, cantiamo a squarciagola, curiamo il mal di testa con la musica…

-Ok …mangi?

-No. Non ho mai fame …mi nutro d’amore e poesia. 

-Ma davvero non mangi mai?…sarai dimagrita!

-Un pochino…beh ceniamo insieme…colazione …cenacola…Pensa che una sera è arrivato a casa invece che con una bottiglia di vino con un quadro? 

-Usti!

-Sai cosa gli ho detto? “ e adesso cosa ci beviamo?” 

-Ma ormai è passato un anno…cosa è successo?

-Dopo qualche mese ho capito che ero la donna più fortunata al mondo perché ho scoperto di avere un pezzo di me su di lui. 

-…

-Una notte,sdraiati su un letto di chiodi, abbiamo fatto una lista di cose da fare, di posti da vedere, di film da guardare e ci siamo stupiti di quanto poco tempo avessimo per fare tutto …è così abbiamo deciso di non dimenticare il dolore, ma di smettere di sentirlo. Volevamo non dimenticare l’amore e non smettere di sentirlo. E così siamo partiti

-E dove siete andati?

-Abbiamo visto un cavallo dalla chioma bianca che trainava un carretto con dentro una chitarra e lo abbiamo inseguito.

-E come state adesso?

-Assenti nell’assenzio e presenti nel presente. E questo ci basta.

-Pensi di tornare?

-No…credo che mi scioglierò nel vento anch’io. Comunque funk you very much di avermi telefonato ..adesso devo andare…

-Perché? Che ore sono da voi?

-È maggio! Prima che mi chiamassi stava disegnando  un’onda. Voglio vedere dove ci porta.

-Ok …mi manchi …anche se sono passati solo pochi giorni

-Anche tu. A presto amico mio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...