La fiaba dei sette nani: Su, Sche,Stra, Drome, Stupi, Lapi, Emorroi

Posso alzarmi?

Devo guardare una cosa su internet

Ehi drome!

Esiste qualcosa di più dolce al mondo dell’amore di un bambino?

Sì. Ridere con lui e avere la netta sensazione che gli vorrai bene per sempre anche quando sarà -più alto di te senza offesa-, anche quando non sei suo padre.

Johnny …ti racconto una storia: c’era una volta un autobus pieno di bambini coraggiosi. Un giorno, di quasi primavera, l’autobus finì in mezzo al mare in tempesta. Alcuni bambini avevano paura, altri di più. Qualcuno urlava “aiuto”, qualcuno urlava “ti amo”. Le onde diventavano sempre più grandi finché all’improvviso, un attimo prima che l’autobus venisse inghiottito nel profondo blu, un piccolo sottomarino guidato da una grande donna, si avvicinò piano piano ma con decisione al piccolo autobus. Ad uno ad uno tutti i bambini coraggiosi riuscirono a mettersi al sicuro. Il mare era sempre più forte e nel chiudere il grosso oblò, la grande donna scivolò tra le onde e scomparve inghiottita tra la schiuma. Era una donna grande e bella, si chiamava Innocenza. Nessun bambino la vide più.

Oggi lui ha gli occhi più grandi e andremo a vivere in un paesino caldo e piccolo.

È andata bene la pratica? sì!…non si vede?

Stanotte sognavo che ti facevo l’amore…ah no aspetta…eri tu che lo facevi a me.

Ti voglio molto bene…e te lo sto anche dicendo con un coltello in mano.

Seduto in quel caffè io non pensavo a te, aggiustavo capogiri.

Buena suerte Mister Trapano!

Annunci

RAPSODIA

Stasera usciamo io e te.

È da tempo che volevi vederlo e così esco dall’ospedale ed entro al cinema. L’unico bambino in sala che piangeva. “Mamma qual è la frase che ti ha colpito di più? A me ha fatto un sacco ridere: se la faccio più alta mi sentiranno solo i cani!”

“Mi ha colpito una frase diversa mi vida: essere umani è una condizione che prevede un po’ di anestesia.”

Sta’ a vedere che ho fatto rianimazione per quello!

E tornando a casa metti a tutto volume https://youtu.be/dR5GN2aPsyY

…. “È l’unica canzone che mi piace col flauto”.

Ti addormenti.

Guido in silenzio e spero che la musica faccia parte della tua vita o, ancora meglio, che la vita faccia parte della tua musica. Ma ricordati che non siamo note: essere lontani non migliora l’assonanza.

Possiamo rimanere amici? Stocazzo.

Dopotutto anche i Beatles si sono lasciati.

Cercami senza punto di domanda

1AE37BB6-F5C6-4C5B-A6BA-F636F3EFD965.jpeg

“Cercami nei tuoi sogni” diceva qualcuno. Non cercarmi nei tuoi sogni. Con me i sogni sono belli solo ad occhi aperti. Con gli occhi chiusi gioco solo i numeri del lotto e non vinco.

Cercami quando hai caldo.

Cercami quando hai freddo.

Cercami quando non ti trovi.

Cercami quando sai dove sei.

Cercami quando ti inventi.

Cercami in un quadro.

Cercami tra i profumi.

Cercami quando sei stanco.

Cercami quando respiri.

Cercami tra i semplici, mi troverai felice.

Cercami dentro una delle tue casse, dormirò lì.

Cercami lontano,  mi troverai piena di colori.

Cercami quando ti dormo accanto, mi troverai.

NATALE LO STESSO

IMG_4294

 

Quest’anno niente albero, niente addobbi, niente lucine.
Ma è Natale lo stesso per TRE SEMPLICI MOTIVI:
#1 lavoro.
#2 Ciao sono Tommaso,sono il bambino che ti ha adottato,come stai?
#3 le parole più belle che puoi sentirti dire nella vita non sono “ti amo”, ma “è negativo”.
Ascolto jazz e mi si gonfia il cuore.
Non sminuire il mio amore, non dimenticare che non sono Dylan Dog.
Difficile per me pensare che il vuoto mi riempie e che non si esaurirà mai.
Con inesauribile AFFETTO
Masi

CODICE GIALLO

998360_4483721630945_958697790_n.jpg

 

Driiiinnnn
-Ciao…si …ooook…ah ok…ciao.
-È un giallo…paziente cardiopatico dispnoico e suona il cricket.
-Ma lo suona da solo o in un orchestra?….sai non lo conosco, non l’ho mai sentito!

-Ferma la macchina! FERMA.SUBITO.LA.MACCHINA. Scendi! Fate scendere lo specializzando!

Ripartiamo…et voilà arrivati …metto un piede sull’ambulanza e una scritta luminosa intermittente mi accoglie …EPA EPA EPA…
_Leroy Merlin mi prendi gentilmente la CPAP?…anche se credo abbia vinto un sette e mezzo.
Si riparte.
-Ok sette e mezzo sia.
-Vuoi fermare l’ambulanza per intubare?
-Naaaaa…. mica va più veloce di me.
Driiiinnnn…dolore toracico …umpf…
-Ops…Bingo!…Preso! Ci aspettano in emodimamica.
-Scusi se le faccio questa domanda (sussurrando): ha assunto pastigliette blu?
-Quelle cose le prenderà il suo moroso!
-Ok scarica a 150!    E ricordiamoci di fermarci a riprendere lo specializzando mentre torniamo.
Com’è il tuo lavoro?
Provo a spiegartelo…conosci Robin Hood?
Un bimbo sfida Robin Hood al tiro con l’arco.
-Guarda Robin! Anch’io sono bravo con l’arco! Riesco a fare sempre centro!
Tende l’arco…punta…centro perfetto.
Robin:-bravo!
-Adesso guarda…ancora da più lontano …tende l’arco …si concentra…centro perfetto.
Robin:bravo!…Riesci a farlo quando serve?
Questo è il mio lavoro.
E questo restare attaccati alla vita degli altri (e alla mia) mi ancora da sempre.
Non è facile vedere il silenzio o ascoltare il vuoto.
Aiutami a capire …magari all’inizio, con me, usa le parole, i gesti o le note se preferisci. Almeno all’inizio.
(Racconto di fantasia e di cordarONE)

Mr. Dreamer

A822739D-BC4C-4AAA-8114-0A331EDC8AAC

Sedetevi scomodi …perchè questa storia è molto breve.

AL TELEFONO:

-Pronto!

-Ehi ma sei sempre in giro! in che Stato sei?

-Euforico!

-What?

-Sì lo so non ti ho detto molto, solo che prendevo un  “volo solo andata” , mi ero promessa di raccontartelo al mio ritorno…

-Uhm…

-Sai cosa mi è successo? Mi sono innamorata prima di innamorarmi.

-Ci si può innamorare prima di innamorarsi? 

-Sì, se si è drogati senza droga! Tutto è iniziato per caso, con una musica che parlava d’amore e poi è nata la musica che non conoscevo e un giorno sono passata davanti ad una pentola magica e mi sono accorta che vibravo come le sue corde ogni qualvolta mi sfiorava…

-What? 

-Ma sì nel senso che le ore passate a ridere e a parlare hanno tirato fuori cose che conservavo in fondo al cuore in silenzio e con lo stesso silenzio assordante mi hanno accarezzato per giorni e ore.

-Ma che fate tutto il giorno?

-Nulla di che…pedaliamo sull’acqua, camminiamo sul soffitto, cantiamo a squarciagola, curiamo il mal di testa con la musica…

-Ok …mangi?

-No. Non ho mai fame …mi nutro d’amore e poesia. 

-Ma davvero non mangi mai?…sarai dimagrita!

-Un pochino…beh ceniamo insieme…colazione …cenacola…Pensa che una sera è arrivato a casa invece che con una bottiglia di vino con un quadro? 

-Usti!

-Sai cosa gli ho detto? “ e adesso cosa ci beviamo?” 

-Ma ormai è passato un anno…cosa è successo?

-Dopo qualche mese ho capito che ero la donna più fortunata al mondo perché ho scoperto di avere un pezzo di me su di lui. 

-…

-Una notte,sdraiati su un letto di chiodi, abbiamo fatto una lista di cose da fare, di posti da vedere, di film da guardare e ci siamo stupiti di quanto poco tempo avessimo per fare tutto …è così abbiamo deciso di non dimenticare il dolore, ma di smettere di sentirlo. Volevamo non dimenticare l’amore e non smettere di sentirlo. E così siamo partiti

-E dove siete andati?

-Abbiamo visto un cavallo dalla chioma bianca che trainava un carretto con dentro una chitarra e lo abbiamo inseguito.

-E come state adesso?

-Assenti nell’assenzio e presenti nel presente. E questo ci basta.

-Pensi di tornare?

-No…credo che mi scioglierò nel vento anch’io. Comunque funk you very much di avermi telefonato ..adesso devo andare…

-Perché? Che ore sono da voi?

-È maggio! Prima che mi chiamassi stava disegnando  un’onda. Voglio vedere dove ci porta.

-Ok …mi manchi …anche se sono passati solo pochi giorni

-Anche tu. A presto amico mio.

MANOUCHE

images

Rimasugli del Sud: “Sulità Santità”
Forse è vero, ma solo in alcuni periodi dell’anno.
Anche se…anche se, pensandoci bene, ormai l’anno è passato e se non fosse per quell’istante che varchi la soglia di casa e accendi la luce perché spenta, direi che in fondo non è vero…è verissimo.
Buon viaggio a te e a me.
Compro piante. Ascolto jazz.
Si porta la finta timida mi raccomando Stefà!